logo axto

Sono in fase di partenza ulteriori cinque sperimentazioni di economia circolare e collaborativa finanziate dalla Città di Torino nell’ambito del Progetto AxTO (misura 3.02). I beneficiari, selezionati con apposito bando, hanno a disposizione un contributo a fondo perduto “per sperimentare le proprie soluzioni nelle aree individuate, per valutarne il potenziale accesso e sostenibilità sul mercato e verificare le ricadute positive generate sul territorio e sui cittadini-utenti”.

RIcuciTÓ
Il progetto RIcuciTÓ (di HUMANA People to People Italia) punta ad applicare un modello innovativo di economia circolare e collaborativa che allunghi la vita dei materiali tessili post-consumo, non più riutilizzabili come tali. Attraverso una collaborazione virtuosa tra diversi soggetti (il corso di Laurea in Design e Comunicazione Visiva del Politecnico di TorinoSartoria Sociale Il Gelso, Cooperativa Sociale Occhio del Riciclone) RIcuciTÓ porterà alla realizzazione di un nuovo prodotto da commercializzare soprattutto nelle aree periferiche della città.Tra gli obiettivi vi è inoltre quello di facilitare un processo di consapevolezza socio-culturale sensibilizzando i cittadini sulla lotta allo spreco e sui benefici socio-ambientali legati al riuso e riciclo virtuoso del tessile, così da educarli verso scelte di acquisto, comportamenti di consumo e stili di vita sostenibili.

Il Marketplace del Balon
Il progetto proposto dall’Agenzia Magma prevede la realizzazione sperimentale di un portale di e-commerce per gli operatori dei settori dell’antiquariato, del mercato delle pulci, del vintage e del riuso del mercato “Balon”. Il progetto è incentrato sulle attività artigianali che operano nel recupero, riciclo e valorizzazione di beni e, quindi, per un consumo sostenibile di oggetti tipicamente caratterizzati da importanti connotazioni culturali e di memoria. Il portale potrà favorire la condivisione di saperi ed esperienze antiche andando a promuovere lo sviluppo delle antiche piccole botteghe artigianali attraverso l’incremento della visibilità delle stesse anche a livello internazionale.

Abbasso Impatto
Abbasso impatto (a cura di Verdessenza) è un progetto basato sull’economia collaborativa e costruito sul modello dei Gruppi di Acquisto Solidale (GAS). Si pone l’obiettivo di ridurre gli impatti ambientali nei consumi degli esercizi di ristorazione e ospitalità e di garantire prezzi sostenibili alle forniture grazie all’acquisto di gruppo, con la mediazione di Verdessenza. L’area di sperimentazione individuata è il quartiere San Salvario di Torino. Partner del progetto sono l’Agenzia per lo Sviluppo locale di San Salvario e Colenghi srl.

Preparazione di un suolo sostitutivo per il recupero di aree degradate delle città
Il progetto proposto da Horizon mira all’utilizzo di materiale inerte (proveniente da scavi effettuati in ambito cittadino per opere infrastrutturali, che normalmente viene classificato come rifiuto e viene accumulato in discarica) a seguito di opportuno trattamento. Obiettivo principale del progetto è lo sviluppo di un protocollo tecnico per la costituzione di un suolo in grado di sostituire quello naturale, poiché adatto a sostenere nel tempo un consorzio vegetale. Questo permetterebbe di ottenere vantaggi in campo economico e ambientale perché in ambiente urbano l’uso di un suolo sostitutivo non comprometterebbe la qualità ambientale del sito di destinazione.

CON il cibo2
Obiettivo del progetto, proposto dalla Cooperativa Stranaidea, è fornire un pasto caldo, con un apporto equilibrato e adeguato di nutritivi essenziali, agli adulti senza dimora ospiti delle Case di Ospitalità Notturna gestite dalla cooperativa.
Il progetto prevede attività di raccolta delle eccedenze alimentari (con apposito furgone Ape Piaggio a motorizzazione elettrica furgonato per il trasporto termico), selezione e trattamento di derrate per la preparazione di pasti pre-cucinati, e la loro distribuzione agli ospiti delle CON, con l’impiego di tirocinanti, ospiti delle CON stesse e volontari, sotto la conduzione operativa di un Responsabile della cooperativa. Per la realizzazione del progetto Stranaidea sta collaborando con l’Agenzia San SalvarioBanco FrescoBanco AlimentareProgetto Arca, e numerose associazioni di volontariato.