Il 14 ottobre alle 14.30 comincia il primo corso gratuito di formazione sulla coltivazione aeroponica promosso dalla Città di Torino nel contesto del progetto europeo FUSILLI, in collaborazione con Agricooltur.
 
Il corso si rivolge a tutti e si terrà presso l’ostello della gioventù OPEN 011 - Torino, in Corso Venezia 11, dove è presente una serra aeroponica alimentata da acqua piovana. 
Ma in cosa consiste la coltura aeroponica e quali sono i suoi vantaggi?
 
La prima cosa da dire sulla coltura aeroponica è che la lattuga o il basilico o ancora i pomodori e le fragole, crescono in un ambiente assolutamente privo di terra. In un sistema aeroponico, i semi sono messi a dimora in una speciale schiuma, inserita all’interno di piccoli vasetti. I contenitori ricevono da sopra la luce necessaria alla germinazione dei semi e da sotto la soluzione nutritiva nebulizzata per le piccole radici.
 
Uno dei grandi vantaggi della coltivazione aeroponica è sicuramente l’assenza di pericoli legati ai parassiti e alle altre malattie diffuse nelle colture tradizionali, in cui viene impiegato il terreno.
 
Altro grande vantaggio riguarda la resa, perché le piante riescono a crescere molto più velocemente potendo monitorare tutti i parametri nel dettaglio. Le coltivazioni crescono più rapidamente e anche in modo più florido rispetto a quanto si otterrebbe con la coltura tradizionale. Tutto questo rende inutili i pesticidi con un giovamento della pianta e del consumatore finale.
 
Un altro vantaggio da non sottovalutare è il risparmio idrico: grazie alla nebulizzazione e al recupero della soluzione nutritiva, è possibile avere un risparmio di acqua e sostanze nutritive fornendo alle piante solo quello di cui hanno realmente bisogno e riciclando tutto il resto.
 
Tutto questo rende possibile una coltura a ciclo continuo in ogni stagione, anche perché non c’è bisogno di far riposare il terreno.
 
Tra i vantaggi principali della coltivazione aeroponica troviamo anche la possibilità di coltivare in verticale: opportunità che consente di sfruttare tutto lo spazio in modo efficiente
 
Ovviamente questo è solo un piccolo assaggio di quello che si affronterà al corso il 14 ottobre, dove per partecipare è necessaria la prenotazione a questo LINK.
 
Il corso di formazione è una delle azioni di divulgazione interne al progetto europeo FUSILLI, di cui il Comune di Torino è partner.
 
FUSILLI (progetto Horizon) mira a trasformare il sistema alimentare urbano attraverso living lab innovativi. A Torino è un progetto di Città di Torino e Fondazione della Comunità di Mirafiori onlus in collaborazione con Orti Generali, UNISG - Università degli Studi di Scienze Gastronomiche e Università degli Studi di Torino.